Ufficio comunicazioni sociali

«La stampa sia il cane da guardia della ricostruzione». L’invito del vescovo: «basta con la comunicazione doloristica e terroristica»

Si è svolto il 15 marzo ad Amatrice l’attribuzione dei premi “Raccontare per ricostruire – Il sisma attraverso la narrazione delle emittente locali”: un riconoscimento che Comitato Regionale per le Comunicazioni (Corecom) e Anci Lazio hanno voluto assegnare alle radio e tv locali che meglio hanno saputo raccontare lo sforzo di rilancio delle popolazione e dei comuni colpiti dal sisma.

Dal “like” all’“amen”. Disponibile il messaggio di papa Francesco per la 53ª Giornata mondiale delle comunicazioni sociali

In occasione della festa di San Francesco di Sales, giovedì 24 gennaio 2019 è stato reso noto il Messaggio di Papa Francesco per la 53ª Giornata mondiale delle comunicazioni sociali, intitolato «“Siamo membra gli uni degli altri” (Ef 4,25). Dalle social network communities alla comunità umana».

Un Vangelo “speciale” per avvicinarsi alla Parola

Con la prefazione del vescovo Domenico, e corredato da un’introduzione scritta da don Lorenzo Blasetti, è in preparazione per la Giornata della Parola del 7 ottobre una speciale edizione del Vangelo di Marco curata dall’Ufficio per l’Evangelizzazione e la Catechesi e dall’Ufficio Comunicazioni Sociali della diocesi. Il testo si presenta – oltre che per la … Continue reading Un Vangelo “speciale” per avvicinarsi alla Parola »

Giornata comunicazioni sociali 2017: il messaggio di Papa Francesco. L’occhiale del Vangelo per decifrare la realtà

Quando la narrazione della realtà si appiattisce completamente sulla dinamica della negatività «dove vale la logica che una buona notizia non fa presa e dunque non è una notizia, e dove il dramma del dolore e il mistero del male vengono facilmente spettacolarizzati», il rischio è di «essere tentati di anestetizzare la coscienza o di scivolare nella disperazione». A richiamare l’attenzione è Francesco nel messaggio per la 51a Giornata mondiale delle comunicazioni sociali.

Il futuro dei settimanali cattolici è saper rispondere alla “grande domanda di senso” che viene dal Paese reale

Nando Pagnoncelli (presidente Ipsos): “c’è un trend inarrestabile di calo della carta stampata”. Gli italiani si informano quasi esclusivamente dalla tv. Il risultato: “Aumenta la quantità di cittadini informati, ma si riduce drammaticamente la quota di cittadini consapevoli”. Il ruolo dei settimanali cattolici nel rispondere alla “paradossale domanda di senso”: “essere massa critica”, “informare informando”. … Continue reading Il futuro dei settimanali cattolici è saper rispondere alla “grande domanda di senso” che viene dal Paese reale »